ASSR Agenzia Sanitaria e Sociale Regione Emilia Romagna Dossier n.226/2012

06/01/2012

ASSR Agenzia Sanitaria e Sociale Regionale Regione Emilia Romagna, DOSSIER N. 226/2012

LA RICERCA E LE POLITICHE SOCIALI E SOCIO-SANITARIE IN EMILIA-ROMAGNA. APPLICAZIONE E APPROCCI PER LA VALUTAZIONE, di Gioia VIRGILIO  (ASSR Emilia Romagna)  e Liliana LEONE (CEVAS)

  • Dossier n. 226 ( Download  pdf, 661 Kb)
  • SUMMARY  (Download ) Research and social and social-health policies in Emilia-Romagna. Application and evaluation approaches

Il Dossier è composto di due parti logicamente collegate. La prima tratta del secondo censimento delle ricerche sociali prodotte dai Servizi regionali e si dedica all’analisi di più di un terzo di esse riferite all’area delle politiche della famiglia, infanzia e adolescenza. La seconda parte affronta il tema della valutazione della ricerca e dei programmi di promozione della salute, secondo approcci metodologici “guidati dalla teoria”. In continuità con il primo censimento realizzato nel 2009 sulle ricerche sociali e socio-sanitarie, effettuate a livello locale dalle Aziende USL, dai Comuni, dalle Province e dalle ASP del territorio emiliano-romagnolo, l’Area Innovazione sociale dell’Agenzia sanitaria e sociale regionale dell’Emilia-Romagna ha ritenuto rilevante raccogliere e censire anche i lavori prodotti dai Servizi regionali sulle stesse politiche sociali e socio-sanitarie.  Scopo della prima parte del Dossier è rendere disponibile questo ulteriore patrimonio conoscitivo, a completamento dei risultati del primo censimento, e fornire alcune riflessioni e prospettive di sviluppo, in particolare sulla necessità di costruire, per la ricerca sociale e socio-sanitaria, una anagrafe regionale e/o una strumentazione interattiva sistematica con i territori.

La seconda parte del Dossier focalizza gli approcci di valutazione, cosiddetti “guidati dalla teoria”, finalizzati sia allo sviluppo di programmi complessi sia al supporto dei processi decisionali. Questi approcci hanno aiutato ad aprire la “scatola nera” dei programmi e sono stati sviluppati per trattare interventi complessi; sin dagli anni ‘80 sono stati applicati alla valutazione di iniziative territoriali di promozione della salute caratterizzate dall’utilizzo di una pluralità di metodi di intervento. L’introduzione spiega come e perché in Regione si è arrivati ad approfondire e a proporre questi metodi innovativi. Il primo Capitolo sintetizza i punti comuni dei vari approcci orientati alla teoria, sottolineandone le finalità e le opportunità per i decisori politici e i professionisti. In particolare, vengono descritte le varie tipologie di teorie (ad esempio “teoria del problema” e “teoria del cambiamento”) utilizzate per pianificare, “interrogare i programmi”, sviluppare quesiti valutativi e identificare ipotesi di programmi e di ricerca. Nel secondo Capitolo si affronta la valutazione basata sull’approccio – theory-based evaluation TBE -, applicata soprattutto nei progetti di sviluppo della comunità. Vengono illustrati i criteri per selezionare le teorie secondo tale approccio, si riportano alcuni esempi (programma di formazione per giovani svantaggiati) e vengono messi in luce alcuni rischi di impiego inaccurato della teoria del programma (ad esempio, realizzare programmi senza tenere conto delle differenze di genere). La valutazione realista (Capitolo 3) sviluppata nel contesto anglosassone viene descritta nei suoi elementi cardine: la concezione di programma, le caratteristiche dei programmi sociali complessi, le configurazioni contesto-meccanismo-outcome, il concetto di causalità “generativa” contrapposto a quello di causalità lineare semplice di tipo deterministico (stimolo-risposta). La sintesi realista (Capitolo 4), che rappresenta un ulteriore sviluppo della valutazione realista, è proposta come metodo alternativo di revisione sistematica, finalizzato a sintetizzare evidenze e risultati di ricerche che comprendono studi sia qualitativi che quantitativi. È importante identificare le “famiglie di meccanismi”, sottostanti ad esempio a differenti interventi di promozione della salute, come luogo di confronto della stessa sintesi realista. Il Capitolo 5 esplicita l’applicazione degli approcci valutativi descritti nei precedenti capitoli, con due recenti esempi: il primo è uno studio valutativo realizzato in Emilia-Romagna per il progetto “Palestra sicura. Prevenzione benessere”, il secondo è una ricerca sociale innovativa sui processi partecipativi dei giovani, realizzata a livello nazionale. In entrambi i casi sono sottolineati gli obiettivi conoscitivi, le ipotesi assunte, le metodologie e i principali risultati raggiunti, secondo i modelli e le peculiarità degli approcci valutativi “guidati dalla teoria” e dalla “valutazione realista”. Le riflessioni conclusive, infine, riprendono i vantaggi di tali approcci e le relative prospettive di sviluppo nel contesto della Regione. Le due Appendici riportano: la griglia di lettura/analisi adottata dal gruppo di progetto regionale, finalizzata a rendere omogenei e trasparenti i criteri di interpretazione e di valutazione; la tabella delle ricerche analizzate, contenente i principali riferimenti bibliografici raccolti nel database per ogni scheda di prodotto di ricerca rilevato. La bibliografia riporta i principali testi di riferimento alla base degli approcci metodologici guidati dalla teoria.

Dossier n. 226 ( Download  pdf, 661 Kb)

SUMMARY  (Download ) Research and social and social-health policies in Emilia-Romagna. Application and evaluation approaches



Systematic Review, sintesi realista e approcci di valutazione theory driven

02/25/2011

Articoli ‘storici’ sulla theory based Evaluation di Carol H Weiss e sulla Valutazione realista di Ray Pawson e Nick Tilley

 In questa sezione segnaliamo documenti e report online sui due  principali approcci di valutazione  guidati dalla teoria: l’approccio di C Weiss Theory Based Evaluation e quello di Ray Pawsone e Nick Tilley denominato ‘Valutazione realista’  che successivamente ha sviluppato la Sintesi Realista come forma di revisione della letteratura. Contribuite al blog e seganalate anche voi altri materiali….

  • James P. Connell, Anne C. Kubisch (1998) Applying a Theory of Change Approach to the Evaluation of Comprehensive Community Initiatives: Progress, Prospects, and Problems. The Aspen Institute USA. (Scarica )
  • Pawson R, Tilley N (2004), Realist Evaluation, Paper funded by the British Cabinet Office. See also Pawson, R. and Tilley, N., Realistic Evaluation, Sage, 1997  (Scarica.pdf)
  • Tilley N (2000), Realistic Evaluation: An Overview, Nottingham Trent University, Conference of the Danish Evaluation Society. (Scarica .pdf)
  • Leone Liliana, La valutazione degli effetti delle politiche regionali: l’approccio realista. Il caso delle politiche per la sicurezza e la legalità, Seminari formativi UVAL Dipartimento politiche di Sviluppo e FORMEZ, 17/7/ 2008 (Slide
  • Leone L., Politiche di promozione della salute basate sulle evidenze e programmi sociali complessi: il contributo degli approcci di valutazione theory-oriented. Ciclo di incontri dell’Agenzia Sani

    Giustizia e legalità

    11/19/2010

    Valutazione della Giustizia Riparativa -Dipartimento di Giustizia Minorile USSM  di Palermo    20 ottobre 2010

     E’ online il rapporto di valutazione di un progetto sperimentale di giustizia riparativa per minori realizzato da CEVAS insieme ad operatori dell’USSM, dell’Istituto Don Calabria e dell’Associazione Inventare Iniseme.(Scarica .Pdf)

    • INTRODUZIONE (Rosalba Salierno)p.7
    • PREMESSA e SOMMARIO (Liliana Leone) p.7
    • IL METODO: APPROCCIO E PERCORSO DELLA RICERCA VALUTATIVA (Liliana Leone) p.18
    • II. CARATTERISTICHE E RISULTATI DELLE ATTIVITA’ DI GIUSTIZIA RIPARATIVA (Liliana Leone) p.21
    • III. ANALISI IN PROFONDITA’ DI ALCUNI CASI (Liliana Leone)p.30
    • IV. L’ESPERIENZA DAL PUNTO DI VISTA DEI RAGAZZI (Elio Lo Cascio e Chiara La Barbera) 52
    • V. CONCLUSIONI E SUGGERIMENTI (Liliana Leone)P.62
    • VI. DALL’IDEA PROGETTUALE ALLE RICADUTE DELLA VALUTAZIONE: RIFLESSIONI DEL CENTRO DI GIUSTIZIA RIPARATIVA (Giuseppe La Mattina, Francesco Di Giovanni, Giusi La Monica, Mariella Bisesi, Lucia lauro, Cettina Adonica) p.68
    • VII. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI p.76

     

    Giovani, legalità e riqualificazione degli spazi

    Valutazione di un programma APQ regionale. Giovani, legalità e riqualificazione degli spazi

    di LEONE LILIANA

    Valutazione di casi eccellenti di un Accordo di Programma Quadro regionale

    Acquista sul sito della Maggioli

    € 21,00 IVA inclusa

    Il testo si propone di spiegare quali sono le strategie adottate in alcuni casi eccellenti nell’ambito di un programma di contrasto della marginalità e della devianza giovanile, di riqualificazione degli spazi e di aree urbane degradate. Il programma è l’Accordo di Programma Quadro denominato “Recupero della marginalità sociale e pari opportunità”, sottoscritto dalla Regione Siciliana e terminato nel 2007, ed è una delle primissime esperienze a livello nazionale di utilizzo di questo strumento di programmazione per finanziare politiche soft a carattere esclusivamente sociale.
    L’idea di base è ambiziosa: la questione della prevenzione della devianza minorile e della legalità viene trattata in connessione con interventi di riqualificazione di spazi urbani, di riappropriazione di spazi e talvolta di beni confiscati alla mafia, e di sviluppo del tessuto connettivo delle comunità locali.
    Nel volume si mettono in evidenza le strategie e i meccanismi alla base degli interventi realizzati, nonchè i fattori grazie ai quali si producono effetti positivi o negativi. Si rivolge a operatori economici e del non profit (cooperazione sociale, associazioni, fondazioni), a policy maker, ad amministratori di comuni e regioni, come pure a studiosi di diverse discipline che operano nell’area della pianificazione strategica, della riqualificazione urbana, della programmazione di politiche giovanili e di inclusione sociale, e nella valutazione di programmi.
    ISBN: 8838746494
    Collana: 108 – Sociale & Sanità
    Edizione: 1
    Copyright: Luglio 2008
    Tipo Prodotto: Volume
    Pagine: 180

Rapporti di ricerca e valutazione

In accordo con i committenti rendiamo disponibili rapporti di valutazione e di ricerca su diversi programmi e aree tematiche.
(continua >>).

Aree tematiche

Imparare a Progettare e Valutare

LEARNING - Rassegna ragionata di supporti formativi multimediali (ipertesti, articoli, manuali, video e slide) sui temi della valutazione di programmi, revisioni sistematiche 'theory-driven', modelli innovativi di Welfare Mix, progettazione
(continua >>)

Translate

Contenuti

News

Archivio