Housing Sociale

22 marzo 2019

CopValutare e diffondere un esperimento di riqualificazione urbana e lotta alla povertà 

L’azione di valutazione degli impatti sociali si inserisce nell’ambito del progetto Capacity e del progetto Ecologia integrale per i diritti dell’infanzia,  è stata affidata a CEVAS e si realizza nel periodo 2017-2021. Entrambi i progetti sono cofinanziati e co-ideati dalla Fondazione di Comunità. Il primo ha come capofila il Comune di Messina ed è cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPCM 6 dic 2016- Fondo per l’attuazione del Programma Straordinario di Riqualificazione e Sicurezza delle Periferie Urbane, Legge 208/2015), il secondo ha come capofila la stessa fondazione messinese ed è cofinanziato dall’impresa sociale Con i Bambini. La ricerca valutativa rappresenta una delle azioni sostenute a livello nazionale dal Forum Diseguaglianze e Diversità il cui scopo è identificare e testare una policy attuabile in aree in estrema povertà per ridurre le disuguaglianze socio-economiche e la trasmissione intergenerazionale della povertà. Le iniziative attuano in modo innovativo le teorie economico-sociali da anni sperimentate dalla Fondazione messinese. L’idea su cui si fondano i meccanismi progettuali è di assegnare a ciascuna famiglia beneficiaria un capitale personale di capacitazione, cioè un contributo economico una tantum, che rappresenta uno stock attorno a cui riattivare percorsi di liberazione, desideri e progettualità per sé e per le proprie famiglie.

 L’obiettivo è capire come i pilastri su cui poggia la progettualità di Capacity riescano ad operare in modo interdipendente favorendo lo sviluppo degli outcome a livello di singoli nuclei beneficiari e di network di implementazione impegnato nella costruzione di politiche di riqualificazione urbana, efficientamento energetico e riduzione delle disuguaglianze socioeconomiche.

Trasferimenti monetari condizionali (CCT): A Realist Review, Nov 2015

9 febbraio 2016

L’uso delle condizionalità nei trasferimenti monetari condizionali: sintesi delle evidenze nei Paesi dell’area OCSE.

 

Articolo

Leone, L. Le condizionalità nelle politiche di welfare: quando e come utilizzarle. Welfare Oggi n.2 2016, Maggioli ed. Rimini. (Download pdf)

 

Report integrale

Leone L. (a cura di), Trasferimenti monetari condizionali per il contrasto della povertà infantile e l’inclusione sociale: una review realista sui Paesi dell’area OCSE.Novembre 2015     (Download pdf)

Con contributi di:

Silvia Ciampi, Matteo D’Emilione, Francesco Mazzeo Rinaldi, Francesca Raspanti, Laura Stopponi, Gabriele Tomei, Matteo Villa

SINTESI REALISTA PER LE POLITICHE DI INCLUSIONE SOCIALE – è on line il rapporto definitivo dello studio inter-istituzionale promosso dal NUVAP Nucleo di valutazione Dipartimento Politiche di Coesione PCM nell’ambito del Sistema Nazionale di Valutazione (SNV).

La review si è concentrata sulle evidenze di efficacia della condizionalità applicata a misure di Trasferimento Monetario Condizionale nei principali programmi dell’area OCSE. Si è voluto comprendere se i requisiti comportamentali richiesti ai percettori di integrazione al reddito, sussidi di disoccupazione e misure di reddito minimo garantito nei paesi dell’Unione Europea, in Canada e negli Stati Uniti, politiche attive in Europa, siano efficaci e quali siano le ricadute sui figli minori. Il rapporto è scaricabile dal sito del Formez e anche dal nostro.

 

 

 

Sviluppo è Coesione e Libertà.

25 ottobre 2014

Sviluppo è Coesione   Sviluppo è Coesione e Libertà

 Il caso del distretto sociale evoluto di Messina

(a cura di) Giunta Gaetano, Domenico Marino, Liliana Leone, Gaspare Motta, Francesco Marsico, Angelo Righetti

Horcynus Digital Editions, 2014.Presentazione Fondazione con il Sud (29/10/2014 Roma) (Presentazione)

Acquisto online del libro (€ 19,00)

Sito Fondazione di Comunità di Messina  http://www.fdcmessina.org/

Introduzione

Il testo “Sviluppo è coesione e libertà”  indaga e sottopone a valutazione la rete di visioni e azioni di cui si è composta la storia dei primi anni della Fondazione di Comunità di Messina. Con una premessa sulla storia socio-economica e sull’attualità del territorio messinese, con l’introduzione dedicata ai fondamenti costituzionali del welfare di comunità, il testo racconta un modello socio-economico di sviluppo umano territoriale che “va oltre il pensiero liberal-individualistico che ha innervato i paradigmi economici dominanti della modernità”,  “oltre” la “dicotomia assoluta” tra la dimensione economica e quella socio-culturale e l’antitesi tra la mano pubblica, unica titolata a rappresentare l’interesse collettivo, e il mercato. Si afferma cioè la “imprescindibilità” della trasformazione migliorativa dell’ambiente in cui viviamo, trasformazione che “consiste ineludibilmente nel rilancio e nell’efficientamento dei beni comuni, nella riqualificazione del territorio e delle costruzioni, nell’autorecupero e nell’autocostruzione del diritto alla casa, nel rilancio imprenditoriale della cultura, dell’artigianato, dell’arte, nella cura dell’ambiente, nella promozione della domiciliarità delle cure, della socialità, dello scambio non monetario, nell’accoglienza”. Il modello è stato sottoposto a valutazione e tre capitoli sono dedicati all’illustrazione della metodologia adottata e dei risultati.  In particolare nel quarto e nel sesto capitolo, si analizzano l’evoluzione del capitale sociale del Distretto Sociale Evoluto di Messina e le ricadute a livello socio-economico.  Dopo aver analizzato il modello di funzionamento del Distretto Sociale Evoluto (DSE), il modello teorico e valoriale sulla cui base opera e le caratteristiche relazionali del network di enti, imprese profit e non-profit che lo compongono, si risponde ai quesiti principali: (1) Dopo la nascita della Fondazione si è verificata una crescita della fiducia nei confronti dei membri del DSE?  (2)  Tale crescita si traduce in vantaggi socioeconomici per le organizzazioni che operano nel DSE?

Per approfondimenti:

  •  Giunta, G., Giunta, G., Leone, L., Marino, D., Motta, G., Righetti, A. and Marino, D. (2014) A CommunityWelfare Model Interdependent with Productive, Civil Economy Clusters: A New Approach. Modern Economy, 5,914-923. http://dx.doi.org/10.4236/me.2014.58084
  • Leone L., Giunta G., Martinez L., Evaluation of a cluster of social economy as catalyst of social capital and capabilities growth. Paper presented at the EES European Evaluation Society, 2 October 2014, Dublin (Download)

 

Indice

Premessa

capitolo 1 - di Gaetano Silvestri

I Fondamenti Costituzionali del Welfare di Comunità

capitolo 2 - di Gaetano Giunta, Liliana Leone, Domenico Marino, Francesco Marsico, Gaspare Motta, Angelo Righetti

Nuovi Paradigmi Economici e Welfare di Comunità

capitolo 3  -  di Gaetano Giunta

La Descrizione del Distretto Sociale Evoluto di Messina e del Progetto Luce è Libertà

capitolo 4  - di Liliana Leone

Evoluzione ed Effetti del Capitale Sociale del Distretto Sociale Evoluto di Messina

capitolo 5  - di Liliana Leone, Lucia Martinez

Evoluzione delle Capabilities degli ex Internati in Ospedale Psichiatrico

capitolo 6 –  di Gaetano Giunta, Liliana Leone

Dinamica Economica del DSE

 

Rapporti di ricerca e valutazione

In accordo con i committenti rendiamo disponibili rapporti di valutazione e di ricerca su diversi programmi e aree tematiche.
(continua >>).

Aree tematiche

News

Archivio