Housing Sociale

22 marzo 2019

CopValutare e diffondere un esperimento di riqualificazione urbana e lotta alla povertà 

L’azione di valutazione degli impatti sociali si inserisce nell’ambito del progetto Capacity e del progetto Ecologia integrale per i diritti dell’infanzia,  è stata affidata a CEVAS e si realizza nel periodo 2017-2021. Entrambi i progetti sono cofinanziati e co-ideati dalla Fondazione di Comunità. Il primo ha come capofila il Comune di Messina ed è cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPCM 6 dic 2016- Fondo per l’attuazione del Programma Straordinario di Riqualificazione e Sicurezza delle Periferie Urbane, Legge 208/2015), il secondo ha come capofila la stessa fondazione messinese ed è cofinanziato dall’impresa sociale Con i Bambini. La ricerca valutativa rappresenta una delle azioni sostenute a livello nazionale dal Forum Diseguaglianze e Diversità il cui scopo è identificare e testare una policy attuabile in aree in estrema povertà per ridurre le disuguaglianze socio-economiche e la trasmissione intergenerazionale della povertà. Le iniziative attuano in modo innovativo le teorie economico-sociali da anni sperimentate dalla Fondazione messinese. L’idea su cui si fondano i meccanismi progettuali è di assegnare a ciascuna famiglia beneficiaria un capitale personale di capacitazione, cioè un contributo economico una tantum, che rappresenta uno stock attorno a cui riattivare percorsi di liberazione, desideri e progettualità per sé e per le proprie famiglie.

 L’obiettivo è capire come i pilastri su cui poggia la progettualità di Capacity riescano ad operare in modo interdipendente favorendo lo sviluppo degli outcome a livello di singoli nuclei beneficiari e di network di implementazione impegnato nella costruzione di politiche di riqualificazione urbana, efficientamento energetico e riduzione delle disuguaglianze socioeconomiche.

Rapporto di valutazione dal SIA al REI – Alleanza contro la povertà

20 gennaio 2018

Copertina_Rapporto_valutazioneValutazione della misura SIA

L’Alleanza contro la povertà ha realizzato nel corso del 2017 la valutazione della misura Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA). Questo lavoro promosso dall’esecutivo dell’Alleanza mirava a identificare alcuni meccanismi di implementazione della misura che possono ostacolarne o favorirne il successo, per poter meglio orientare la futura misura a regime denominata del Reddito d’Inclusione (Rei).(REI). Il Coordinamento Scientifico è stato realizzato da Liliana Leone (CEVAS) che ha  anche curato il rapporto di valutazione finale.

Il “Rapporto di valutazione: dal SIA al REI” illustra i risultati di tale valutazione indipendente sull’attuazione del Sostegno per l’Inclusione Attiva (Sia), promossa dall’Alleanza contro la povertà in Italia. Per indagare i meccanismi di implementazione del programma è stato utilizzato un approccio di valutazione guidato dalla teoria (Theory Based Impact Evaluation) e sono stati utilizzati due principali metodi:
• una indagine tramite questionario rivolta a tutti gli Ambiti territoriali sociali (ATS) che ha interessato 17 regioni e 332 Ambiti pari al 56% degli ATS del Paese. Hanno risposto il 71% degli ambiti del Nord Italia contro il 52% del Sud e delle Isole e il 30% del Centro Italia.
• Otto studi di caso realizzati in altrettante regioni (Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Lazio, Emilia Romagna, Lombardia, Friuli Venezia Giulia). I casi/ATS sono stati individuati secondo l’approccio del caso multiplo e i ricercatori hanno realizzato interviste e focus group in loco contattando circa 90 stakeholder.

RAPPORTO E ALLEGATI

E’ stato inoltre sviluppato un database aggiornato sugli ATS presenti in Italia al 1 gennaio 2017 con sviluppo di indicatori demografici e socioeconomici oltre a un indicatore sulla platea dei beneficiari potenziali. Tale database è messo a disposizione delle amministrazioni e dei ricercatori in formato opendata ed è stato utilizzato per le analisi statistiche che incrociano i risultati dell’indagine con i dati di contesto.

Altri materiali sono reperibili ai seguenti link del sito dell’Alleanza contro la povertà:

______________________________________________

Note per la pubblicazione

Si prega di utilizzare la seguente citazione bibliografica completa:
Leone, L (a cura di) Rapporto di valutazione: dal SIA al REI. Alleanza contro la povertà, Roma, 8 Nov 2017.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

 

Database sugli Ambiti Territoriali Sociali: versione opendata

3 novembre 2017

l’Alleanza contro la Povertà ha deciso di pubblicare un ampio database con statistiche demografiche e socio-economiche aggiornate per singolo Comune e per Ambito territoriale sociale, ovvero le aggregazione intercomunali che hanno il compito di pianificare e programmare i servizi sociali dei Comuni e gestire le misure come il SIA e il ReI.

Il database in formato opendata è il primo nel suo genere a essere reso pubblico.  Esso è destinato a ricercatori e pubbliche amministrazioni e  permetterà di realizzare attività di programmazione e ricerca. Questo database è il risultato di un approfondito lavoro di ricerca della documentazione ufficiale in materia di piani di zona. La attuale versione fa riferimento alla partizione in essere a dicembre 2016 (e alla corrispondente nomenclatura comunale), ma potrà essere agevolmente aggiornata. Fino ad oggi infatti, a causa dei continui cambiamenti decretati dalle stesse amministrazioni regionali nel numero e nel perimetro degli Ambiti territoriali sociali, non esisteva un database che associasse ai Comuni i relativi Ambiti.

Da ultimo, attraverso un apposito file  sarà possibile caricare dati vettoriali e ricostruisce i confini degli Ambiti territoriali sociali presenti in Italia, permettendo di realizzare analisi georeferenziate a livello di Ambito territoriale finora non possibili.

Maggiori indicazioni sulla costruzione dei database saranno disponibili dal prossimo 8 novembre, quando sarà presentato il “Rapporto di valutazione: dal SIA al REI” sempre sul sito www.redditoinclusione.it  Sezione valutazione SIA.

Materiali:

  1. Database statistiche comuni_2017 [.xlsx]
  2. Database statistiche_ambito [.xlsx]
  3. Shape-file Ambiti_SIA [.rar]
  4. Tracciati record database su Ambiti territoriali sociali e sui comuni [.pdf]

 

______________________________________________

Note per la pubblicazione

Si prega di utilizzare la seguente citazione bibliografica completa:
Leone, L (a cura di) Rapporto di valutazione: dal SIA al REI. Alleanza contro la povertà, Roma, 8 Nov 2017.

Per Approfondimenti si veda:
Cap 3 – Una banca dati sugli Ambiti territoriali sociali di Ferrucci G, Prandi P e Catania D

Come citare il file: Alleanza contro la povertà, database statistiche_comuni e database statistiche_ambito, 1 nov 2017

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

 

Sviluppo è Coesione e Libertà.

25 ottobre 2014

Sviluppo è Coesione   Sviluppo è Coesione e Libertà

 Il caso del distretto sociale evoluto di Messina

(a cura di) Giunta Gaetano, Domenico Marino, Liliana Leone, Gaspare Motta, Francesco Marsico, Angelo Righetti

Horcynus Digital Editions, 2014.Presentazione Fondazione con il Sud (29/10/2014 Roma) (Presentazione)

Acquisto online del libro (€ 19,00)

Sito Fondazione di Comunità di Messina  http://www.fdcmessina.org/

Introduzione

Il testo “Sviluppo è coesione e libertà”  indaga e sottopone a valutazione la rete di visioni e azioni di cui si è composta la storia dei primi anni della Fondazione di Comunità di Messina. Con una premessa sulla storia socio-economica e sull’attualità del territorio messinese, con l’introduzione dedicata ai fondamenti costituzionali del welfare di comunità, il testo racconta un modello socio-economico di sviluppo umano territoriale che “va oltre il pensiero liberal-individualistico che ha innervato i paradigmi economici dominanti della modernità”,  “oltre” la “dicotomia assoluta” tra la dimensione economica e quella socio-culturale e l’antitesi tra la mano pubblica, unica titolata a rappresentare l’interesse collettivo, e il mercato. Si afferma cioè la “imprescindibilità” della trasformazione migliorativa dell’ambiente in cui viviamo, trasformazione che “consiste ineludibilmente nel rilancio e nell’efficientamento dei beni comuni, nella riqualificazione del territorio e delle costruzioni, nell’autorecupero e nell’autocostruzione del diritto alla casa, nel rilancio imprenditoriale della cultura, dell’artigianato, dell’arte, nella cura dell’ambiente, nella promozione della domiciliarità delle cure, della socialità, dello scambio non monetario, nell’accoglienza”. Il modello è stato sottoposto a valutazione e tre capitoli sono dedicati all’illustrazione della metodologia adottata e dei risultati.  In particolare nel quarto e nel sesto capitolo, si analizzano l’evoluzione del capitale sociale del Distretto Sociale Evoluto di Messina e le ricadute a livello socio-economico.  Dopo aver analizzato il modello di funzionamento del Distretto Sociale Evoluto (DSE), il modello teorico e valoriale sulla cui base opera e le caratteristiche relazionali del network di enti, imprese profit e non-profit che lo compongono, si risponde ai quesiti principali: (1) Dopo la nascita della Fondazione si è verificata una crescita della fiducia nei confronti dei membri del DSE?  (2)  Tale crescita si traduce in vantaggi socioeconomici per le organizzazioni che operano nel DSE?

Per approfondimenti:

  •  Giunta, G., Giunta, G., Leone, L., Marino, D., Motta, G., Righetti, A. and Marino, D. (2014) A CommunityWelfare Model Interdependent with Productive, Civil Economy Clusters: A New Approach. Modern Economy, 5,914-923. http://dx.doi.org/10.4236/me.2014.58084
  • Leone L., Giunta G., Martinez L., Evaluation of a cluster of social economy as catalyst of social capital and capabilities growth. Paper presented at the EES European Evaluation Society, 2 October 2014, Dublin (Download)

 

Indice

Premessa

capitolo 1 - di Gaetano Silvestri

I Fondamenti Costituzionali del Welfare di Comunità

capitolo 2 - di Gaetano Giunta, Liliana Leone, Domenico Marino, Francesco Marsico, Gaspare Motta, Angelo Righetti

Nuovi Paradigmi Economici e Welfare di Comunità

capitolo 3  -  di Gaetano Giunta

La Descrizione del Distretto Sociale Evoluto di Messina e del Progetto Luce è Libertà

capitolo 4  - di Liliana Leone

Evoluzione ed Effetti del Capitale Sociale del Distretto Sociale Evoluto di Messina

capitolo 5  - di Liliana Leone, Lucia Martinez

Evoluzione delle Capabilities degli ex Internati in Ospedale Psichiatrico

capitolo 6 –  di Gaetano Giunta, Liliana Leone

Dinamica Economica del DSE

 

Rapporti di ricerca e valutazione

In accordo con i committenti rendiamo disponibili rapporti di valutazione e di ricerca su diversi programmi e aree tematiche.
(continua >>).

Aree tematiche

News

Archivio